Il Cloud Manufacturing: un prezioso alleato nella transizione aziendale da struttura monolitica a sistema aperto.

Il Cloud Manufacturing: un prezioso alleato nella transizione aziendale da struttura monolitica a sistema aperto.

Le imprese che decidono di intraprendere un percorso basato sul modello dell’Industry 4.0 hanno davanti a loro due sfide fondamentali: la prima è imparare a relazionarsi in modo nuovo e soprattutto in ottica collaborativa con tutti i partner della filiera (clienti, fornitori, terzisti, distributori)  e la seconda è focalizzarsi  sulla trasformazione dei dati in loro possesso in conoscenza da sfruttare per tutti i processi decisionali. Per entrambe queste sfide, un valido alleato ai percorsi di innovazione è sicuramente il Cloud Manufacturing.

Prima di entrare nel merito del tema, è bene fare qualche considerazione su cos’è il cloud e quali sono i benefici e vantaggi.

 

CLOUD COMPUTING

Il cloud computing rappresenta un grande cambiamento rispetto al modello di riferimento delle aziende nell’ambito delle risorse legate al mondo dell’Information Technology  – IT – In pratica, il cloud computing è di fatto la distribuzione di servizi di calcolo, come : server, spazi di archiviazione, rete, software di analisi e intelligence, tramite Internet e dunque “il cloud”. Questa nuova modalità di intendere le risorse IT, offre innovazione rapida, risorse flessibili ed economie di scala.

 

I Principali vantaggi del cloud computing

Costo: Il cloud computing elimina le Capex , ovvero le spese di capitale associate agli investimenti relativi l’hardware e il software, in aggiunta, limita le spese legate alla gestione dell’infrastruttura locale come la configurazione, la gestione e la manutenzione di data center. Praticamente il cloud permette di pagare solo per i servizi cloud utilizzati, favorendo risparmi significativi sui costi operativi, le cosidette spese Opex.

Velocità : Le organizzazioni possono accedere con grande flessibilità all’approvvigionamento delle risorse di calcolo in pochissimo tempo e con pochi passaggi operativi senza la necessita di pianificare la capacity dei sistemi, possiamo dire in modalità self-service e su richiesta.

Scalabilità globale: Con il cloud computing è inoltre possibile dimensionare le risorse in modo flessibile. Questo significa per l’azienda, avere la disponibilità della giusta quantità di strumenti IT come ad esempio la maggiore o minore potenza di calcolo o lo spazio di archiviazione che soddisfi le necessità del momento.

Produttività : Come detto in precedenza, il cloud computing elimina la necessità di molte attività legate alla gestione dei sistemi IT come la configurazione, la manutenzione, etc. Questo consente di recuperare il tempo prezioso dei team IT da dedicare al raggiungimento di obiettivi aziendali più importanti.

Prestazioni : I servizi di cloud computing vengono in genere forniti da provider sicuri, i quali aggiornano regolarmente i loro datacenter all’ultima generazione di hardware, offrendo ai clienti potenza di calcolo ed efficienza.

Affidabilità : Il cloud computing oltre ad offrire semplicità e ottimizzazione dei costi, garantisce la continuità aziendale grazie alla possibilità di eseguire il backup dei dati e il relativo mirroring in più datacenter diffusi nella rete del provider che garantiscono il ripristino di emergenza in caso di malfunzionamenti.

Sicurezza : Grazie all’adozione di criteri per la protezione dei dati, le appllicazioni e l’infrastruttura, i provider dei servizi cloud offrono tecnologie e controlli che garantiscono la sicurezza complessiva dei sistemi dalle minacce potenziali.

 

Che cos’è il Cloud manufacturing?

La fusione di una tecnologia prettamente legata al mondo dell’Information Technology, il cloud, con il mondo tipicamente operativo della produzione, il manufacturing, risulta centrale per un effettivo cambiamento nei processi d’innovazione aziendale. Tale integrazione favorisce l’estensione delle varie attività manifatturiere oltre i confini fisici della fabbrica e degli uffici. Attraverso internet viene abilitato l’accesso diffuso, agevole e a richiesta, ad un insieme di attori che fanno parte della filiera come ad esempio i fornitori, i partner, i clienti finali utilizzatori dei prodotti. In pratica, con il cloud manufacturing i processi produttivi interagiscono tra loro condividendo le risorse attraverso i servizi comuni presenti in Cloud. Il fondamento su cui si basa tale approccio sono i dati che vengono raccolti sia durante il funzionamento delle macchine in produzione, sia dalle varie attività del processo produttivo come la logistica interna, gli approvvigionamenti, i fornitori, i clienti, etc. Ad esempio, con i BigData nei sistemi IIoT, enormi flussi di dati possono essere analizzati online utilizzando strumenti di analisi avanzati ospitati sul cloud a velocità cosiddetta “near real time”. Inoltre, enormi quantità di dati possono essere archiviate in sistemi di storage cloud distribuiti per analisi future eseguite in modalità batch.

 

I vantaggi del Cloud Manufacturing

Le piattaforme Cloud devono quindi rispondere alle esigenze legate alla raccolta dei dati, alla loro trasformazione in informazioni omogenee e coerenti, alla loro condivisione con accessi da remoto, alla loro privacy e sicurezza. Pensiamo ad esempio agli ambiti della manutenzione predittiva, della previsione delle scorte o della pianificazione degli acquisti, la soluzione del Cloud offre numerose potenzialità per ottenere benefici e vantaggi strategici nel manufacturing. Ma i vantaggi non sono solo nel contesto produttivo in senso stretto perché la tecnologia permette di rivoluzionare anche il mondo della progettazione. Prototipi, disegni, documenti, analisi strutturali ed altro ancora, possono essere collegati e gestiti in cloud tramite soluzioni applicative per la gestione dell’intero ciclo di vita del prodotto, secondo un approccio che prende il nome di Product Lifecycle Management (PLM). Il loro collegamento avviene in modo bidirezionale in tutti i processi tra loro correlati: dal progettista fino alla macchina in produzione in officina. Ogni variazione in fase di progettazione viene automaticamente trasferita alla macchina che contiene le istruzioni di produzione, ed ogni aggiornamento di lavorazione fatto dall’operatore sulla macchina, viene riportato nel progetto e su tutti i documenti legato ad esso.

Quindi la gestione di un sistema in cloud manufacturing permette non solo di elaborare un maggior numero di dati legati alla storia della produzione, ma anche di gestire l’intero ciclo di vita di un prodotto. Esso diventa un  oggetto “intelligente” e attivo che partecipa al processo di produzione generando dati e mantenendo un legame informativo con la produzione stessa anche dopo l’immissione sul mercato.

Il Cloud Manufacturing rappresenta il futuro delle nostre aziende manifatturiere perché consentirà loro di evolvere da una organizzazione a silos, monolitica e verticale, ad una integrata ed aperta basata sulla collaborazione tra persone e sistemi intelligenti. Il cloud manufacturing è quindi destinato a diventare una tecnologia di riferimento per le aziende di qualsiasi dimensione grazie alla sua scalabilità è applicabilità a molteplici tipologie di processi rendendole competitive nei mercati globali.

sz

 

 

Sandro Zilli
sandro.zilli@yahoo.it

INNOVATION MANAGER - BUSINESS COACH

No Comments

Post A Comment