DIGITAL DISCOVERY©: Usare la creatività per trasformare gli errori in competenze

Digital-discovery

DIGITAL DISCOVERY©: Usare la creatività per trasformare gli errori in competenze

La rivoluzione digitale che non ha più confini, sta cambiando i nostri comportamenti e le nostre aspettative così come i mezzi e i prodotti che usiamo nella nostra vita personale e professionale.

Sulla scia di questo cambiamento, è necessaria la consapevolezza che l’innovazione non si limita all’integrazione della tecnologia in tutte le aree aziendali, ma richiede una significativa crescita culturale per superare gli ostacoli che generano resistenza nel processo di trasformazione. Si tratta di cambiamenti che partono dalle persone, passano per i processi e le tecnologie abilitanti portandoci fuori dagli schemi e riscrivendo le regole del gioco.

Solo grazie ad un modello di workshop operativo sarà possibile approfondire il ruolo delle piattaforme digitali e tecnologie emergenti e il loro impatto sul nostro modo di fare innovazione perché solo delle risorse formate e qualificate possono essere la miccia del cambiamento.

 

OBIETTIVO DEL PERCORSO

 

Le organizzazioni sono sistemi sempre più complessi e la trasformazione digitale è uno step necessario per renderle competitive e metterle al passo con la velocità con cui avviene il cambiamento. I vantaggi e benefici che si possono ottenere sono numerosi ma il percorso di trasformazione può risultare complesso e ricco di sfide da affrontare. In qualunque fase è sempre bene identificare quali sono gli errori da evitare, cosa può andare storto in un progetto, quali sono le aree di miglioramento, più in generale perché un progetto di Digital Transformation fallisce.

Fare emergere tali potenziali incognite, può significare anticipare o evitare problemi che potrebbero rallentare o far fallire il progetto. Per poter fare ciò, bisogna utilizzare il bagaglio delle esperienze passate e delle proprie conoscenze e utilizzarle per trasformare il proprio “caso” in un successo.

La metodologia DIGITAL DISCOVERY©, è stata messa a punto proprio per favorire e stimolare questo processo creativo Human Centered con un approccio visivo e consultivo. Tale metodologia facilita la collaborazione e la generazione di idee finalizzate a creare soluzioni efficaci per risolvere i problemi e innovare i processi.

Lo scopo della metodologia Digital Discovery© è quello di far acquisire la consapevolezza di quelli che potrebbero essere gli ostacoli, le difficoltà di gestione, le aree di miglioramento e le opportunità per il raggiungimento degli obiettivi nel processo di trasformazione digitale.

In breve tempo verrà prodotto un elevato numero di idee, proposte, piani di lavoro e pianificazioni che si potranno condividere ed implementare all’interno delle organizzazioni.

In questo modello i protagonisti sono le persone coinvolte, che lavorando in team come in dei “laboratori”, affrontano problemi complessi e dall’esito incerto per comprendere meglio la transizione al digitale e il suo impatto nel modello di business aziendale. La capacità di pensare fuori dagli schemi delle persone, unita alle varie abilità come il pensiero creativo, generativo, innovativo, possibilista e originale, consentirà loro di formulare idee utili a conseguire obiettivi di problem solving, innovazione e sviluppo.

L’obiettivo finale del metodo Digital Discovery© è quello di identificare una soluzione innovativa ad un problema che soddisfi tre criteri fondamentali:

  • Accettazione da parte dell’organizzazione
  • Fattibilità della soluzione dal punto di vista tecnico e organizzativo
  • Sostenibilità economica della soluzione

 

Se vuoi provare ad implementare questo metodo nella tua organizzazione o saperne di più sui casi di successo nel facilitare la Digital Transformation, contattami.

 

SZ

Sandro Zilli
sandro.zilli@yahoo.it

Chief Digital Officer - Management dell'IoT e Industry 4.0

No Comments

Post A Comment